Dopo due anni di sospensione, s’innalza nuovamente “la vela”, il grande schermo bianco, per suggestive proiezioni all’aperto, nelle piazze delle più incantevoli località della Valle del Conca e della Valle del Marecchia; progetto fortemente voluto dalla Provincia di Rimini e dalla Regione Emilia-Romagna, con la collaborazione dei Comuni dell’entroterra.
L’organizzazione è a cura dell’associazione culturale l’arboreto di Mondaino. Proiezioni in luoghi dove non è mai esistita, o non c’è più da molto tempo, una sala cinematografica, per ritrovare per una sera il piacere di vedere insieme, adulti e ragazzi, film di qualità, scelti tra i migliori titoli degli ultimi due anni.
Ancora una volta, si ricostruisce il fascino delle “arene estive”: si sistemano le sedie e le panche, si aspetta l’avvolgente buio della notte e si spengono “le luci della città”. Si accende la luce del proiettore verso quel telo bianco, dove da sempre risiedono sogni e fantasie, drammi e avventure, lacrime e risate.
E anche per questa nuova edizione, si rinnova la collaborazione con il Festival Cartoon Club che ogni sera aprirà le proiezioni con un cortometraggio in animazione. Tutte le proiezioni sono a ingresso gratuito e iniziano alle ore 21.15.  In caso di maltempo la proiezione si effettua al coperto, laddove possibile.
Alla fine di ogni proiezione è previsto un rinfresco offerto dal Comune che ospita la serata.
Partenza da Verucchio il 22 giugno con il brillante We Want Sex di Nigel Cole, rievocazione dello sciopero di operaie britanniche che nel 1968 mise in ginocchio la potente Ford. Il 24 giugno tappa a Torriana per la proiezione di Séraphine di Martin Provost che dedica le sue sensibili attenzioni ad una geniale pittrice francese che dipingeva d’istinto le sue “osservazioni naturali”.
Per il 28 giugno atteso a Morciano il bel film di Juan José Campanella Il segreto dei suoi occhi, vincitore del Premio Oscar 2010, mirabilmente giocato tra melodramma, thriller politico e commedia e sospeso tra passato e presente.
Una bella dose di poesia per l’irresistibile L’Illusionista di Sylvain Chomet (29 giugno, Montegridolfo), il regista di “Appuntamento a Belleville” che fa “rivivere” il grande Jacques Tati recuperando una sua sceneggiatura rimasta nel cassetto.
Ancora animazione, questa volta anche per i più piccoli, il 5 luglio a Talamello con l’ecologico Animals United di Reinhard Klooss e Holger Tappe, tratto dal libro “La conferenza degli animali”. Potiche – la bella statuina di François Ozon con Catherine Deneuve e Gerard Dépardieu è in cartellone il 7 luglio a Montefiore: una spiritosa commedia di riscatto “casalingo” con una moglie che prende le redini dell’azienda del marito ribaltandone l’assetto.
A San Clemente l’8 luglio c’è Diciotto anni dopo, bell’esordio di Edoardo Leo, anche interprete di questa commedia dolce amara, con due fratelli separati da tempo costretti a ritrovarsi per volontà del defunto padre.
L’ottimo Il concerto di Radu Mihaileanu è a Maiolo il 12 luglio: la “vendetta” di un decaduto direttore d’orchestra sovietico che prende la sua rivincita contro il tirannico direttore del Bolshoi. E per il 13 luglio Mondaino è la piazza scelta per la proiezione di Tamara Drewe – Tradimenti all’inglese, caustica commedia con il tempestoso ritorno al paesello nativo di una bella giornalista, diretta da Stephen Frears.
A Montemaggio (San Leo) il 14 luglio c’è il bel film di Giorgio Diritti L’uomo che verrà, la strage di Monte Sole visto dagli occhi di una bambina.
Serata in musica quella del 15 luglio a Novafeltria grazie al dinamico ritratto musicale di Napoli curato dall’attore e regista John Turturro nel suo Passione. Ancora animazione con il delicato e intelligente Nat e il segreto di Eleonora di Dominique Monfèry che riporta al gusto e al piacere della lettura (18 luglio, Montecolombo). Per i bambini e per i grandi consigliato anche lo spassoso Il piccolo Nicolas e i suoi genitori di Laurent Tirard, vivace commedia sul mondo dell’infanzia tratta da un celebre fumetto d’Oltralpe (20 luglio, Gemmano)
L’apprezzato esordio di Valerio Mieli, Dieci inverni, è in visione a Saludecio il 21 luglio: due studenti si incontrano a Venezia e nasce una complessa storia che si dipana per dieci anni. Si va poi alla scoperta dell’America con Burt e Verona, la coppia protagonista del valido American Life di Sam Mendes in cartellone il 25 luglio a Pennabilli. Il solista di Joe Wright, da un’ incredibile storia vera di un senzatetto mago del violino, si può vedere il 26 luglio a Poggio Berni mentre per la visione di Un mondo migliore di Susanne Bier, Premio Oscar 2011, occorre spostarsi il 27 luglio a Sant’Agata Feltria. Terzo appuntamento “animato” il 29 luglio a Montescudo con Le avventure di Sammy di Ben Stassen che ci trasporta negli abissi marini in compagnia di una simpatica tartaruga.
Ultimi due appuntamenti il 2 agosto a San Giovanni in Marignano con l’intenso London River di Rachid Bouchareb (dalla tragedia può nascere un incontro importante e inatteso) e il 5 agosto a Casteldelci con l’apprezzato esordio di Rocco Papaleo nel simpaticissimo Basilicata Coast to Coast.