RIMINI – Il passaggio alla tecnologia in digitale terrestre delle trasmissioni televisive nel territorio della provincia di Rimini, avvenuto ad inizio dicembre 2010, continua a provocare disagi nella popolazione. “A distanza di quattro mesi dallo switch off – dice l’assessore provinciale al Sistema Informativo Mario Galasso – sono numerose le segnalazioni di cittadini che in varie parti del territorio non ricevono un segnale di qualità sufficiente alla ricezione dei principali canali nazionali e locali“.

“Ancora peggio, sono tantissime le persone che hanno dovuto chiamare l’antennista più volte. E se si pensa alla stagione turistica alle porte, il disagio per un territorio come il nostro, con strutture alberghiere pronte ad accogliere i turisti, non potrà che aumentare. La Provincia di Rimini si sta attivando con la Regione Emilia-Romagna affinché solleciti il Governo ad una risoluzione, rapida ed efficace, del problema. Proporremo inoltre alla Regione che, le spese degli antennisti, spese che i cittadini hanno subito a causa della fretta con cui il Governo ha affrontato questo passaggio e che trova l’Italia digitalizzata a  macchia di leopardo, possano essere scalate dalle tasse.”

Fonte:http://www.romagnaoggi.it